DANIEL CHESTER FRENCH: I CASI DELLA STORIA

di Giulio Loiacono

Chi era costui? È forse Carneade? No, non è il filosofo ellenistico divenuto celebre solo per quella manzoniana trovata più che per le sue non pur irrilevanti speculazioni eclettiche.

Eh no, nel nuovo mondo c’è la risposta. E, se proprio, ne si vuol dare una collocazione specifica, in quel di Concord, Massachusetts, dobbiamo andare a parare.

Nominatolo e datagli una casa, dobbiamo finire di identificarlo.

Professione artista e, più nel dettaglio, scultore. Ora, tutti tra gli illustri piccoli borghesi alla lettura, un po’ storcerebbero il naso dicendo:” ma che professione è l’artista?”. Della serie con la cultura non si mangia.

Embeh, il nostro non è che se la passasse bene, stretto come si è tra la voglia di sfondare, di svoltare ed una grama realtà di piccole opere.

Ma il destino, che più che baro è sicuramente cinico, riservava a questo bel giovine dai sogni di grandezza ben celati, il colpaccio: sotto forma di donna, o meglio di fidanzata, se così, in termini puliti ed acconci vogliamo definirla. Costei rispondeva al nome di Louisa May Abbott, pargola della famiglia di filosofi e uomini di cultura che già aveva illustrato il piccolo centro del New England, già patria di grandi spiriti, quali Hawthorne ed Emerson.

Ebbene, la nostra avrebbe fatto sfracelli in termini di vendite con la sua trilogia delle Piccole Donne e la intera America era quasi ansiosa di ripagare questo minuto genio della narrativa.

Quale migliore occasione, allora, di premiare il suo oscuro fidanzato, il quale, come l’inventore dell’autotrapianto tricologico, più di un secolo dopo, aveva in testa una idea meravigliosa.

Si era aperto un concorso vero e proprio per onorare il mito, non un Presidente, ma la migliore nazione, Abraham Lincoln.

Le idee ristagnavano. Si voleva fare un grande memoriale, quasi un tempio laico sul modello degli dei greci, per onorare la coscienza più pura della nazione uscita sfasciata dalla Guerra Civile. Si era nella più totale impasse quando ecco che spunta nella testa del povero Daniel ma ricco ormai di agganci l’immagine del pater patriae che artiglia i fasci littori simbolo del potere repubblicano che nasce dalla autorità tribunicia e che disegnano le gambe di un grande trono repubblicano senza altro sfarzo che questi due grandi e potenti feticci della autorità. Egli pare ergersi ma quasi sprofondare al fondo del trono con le mani salde sui vertici dei fasci a simboleggiare il controllo del potere che ha vinto la morte.

Grande idea, potente e retorica alla ennesima potenza, che viene girata alla amante che seppe introdurre nelle giuste stanze quel bozzetto in scala che oggi potreste vedere nel Concord Museum.

Come finisce la storia? Non è molto chiaro il seguito come onusta fu la gloria che consegui il buon Daniel che è ancora sepolto nel cimitero delle illustri figure di Concord, a Sleepy Hollow, la cui tomba è un semplicissimo lastrone di pietra con il suo nome, piuttosto tristemente lontano dal luogo dove riposa la sua amata nel pieno dell’Authors’Ridge, la cima degli autori, che raccoglie in pochi metri il meglio di una nazione.

Inglese

Daniel Chester French: the cases of history

Who was this? Is it perhaps Carneades? No, he is not the Hellenistic philosopher who became famous only for Manzoni’s discovery rather than for his not even irrelevant eclectic speculations.

Oh no, in the new world there is the answer. And, if we really want to give it a specific location, in Concord, Massachusetts, we have to go with it.

Named him and given him a home, we need to finish identifying him.

Profession artist and, more specifically, sculptor. Now, all of the illustrious petty bourgeois would turn up their nose a little while reading: “but what profession is the artist?”. Just saying:” Culture doesn’t feed you “.

Well, our guy is not doing well, squeezed as it is between the desire to break through, to make a breakthrough and a wretched reality of small works.

But Fate, which is certainly more cynical than a cheater, reserved for this handsome young man with well-concealed dreams of greatness, the coup: in the form of a woman, or rather a fiancée, if so, in clean and appropriate terms we want to define her. She responded to the name of Louisa May Abbott, child of the family of philosophers and men of culture who had already illustrated the small center of New England, already home to great spirits, such as Hawthorne and Emerson.

Well, Daniel would have made a splash in terms of sales with its Little Women trilogy and the whole of America was almost eager to repay this minute genius of fiction.

What better occasion, then, to reward her obscure boyfriend, who had a wonderful idea in his head.

A real contest was open to honor the myth, not a President, but the best nation, Abraham Lincoln.

Ideas stagnated. They wanted to make a large memorial, almost a secular temple on the model of the Greek gods, to honor the purest conscience of the nation which was shattered by the Civil War. We were in the most total impasse when the image of the pater patriae clawing at the fasces, symbol of republican power that arises from the tribunician authority and which draw the legs of a great republican throne, appears in poor Daniel’s head, but now full of hooks. with no other glitz than these two great and powerful fetishes of authority. He seems to rise but almost sink to the bottom of the throne with his hands firm on the tops of the fasces to symbolize the control of the power that has conquered death.

Great idea, powerful and rhetorical to the nth degree, which is passed on to the mistress who was able to introduce into the right rooms that scale sketch that you could see today in the Concord Museum.

How does the story end? It is not very clear how honest was the glory that the good Daniel achieved who is still buried in the cemetery of the illustrious figures of Concord, in Sleepy Hollow, whose grave is a very simple stone slab with his name, rather sadly far from the place where his beloved rests in the heart of the Authors’Ridge, the top of the authors, which collects the best of a nation in a few meters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.