IL SACRO E L’ARTE CONTEMPORANEA, TRA SECOLARIZZAZIONE E SFIDE MULTICULTURALI

Si può parlare di arte sacra oggi? Quanto ha inciso la storia del XIX e del XX secolo su di essa? Può esistere oggi un’arte sacra, spirituale, mistica addirittura?

A queste e a tante altre domande vuole tentare di rispondere il libro “Il tema del sacro nell’arte contemporanea”. È edito dalla casa editrice Landriscina di Trani e curato dall’artista Antonio Russo e del giornalista e saggista Marino Pagano. Raccoglie le riflessioni di chi intervenne alla conferenza «L’arte sacra oggi». Conferenza che si tenne il 1° settembre 2019, organizzata dall’associazione culturale “La Carvella” a Trani e a Lecce.

Arte sacra
Copertina del libro

L’ARTE SACRA NELLE SUE DIVERSE DECLINAZIONI

L’idea al centro del libro è quella del trascendente declinato in arte, in senso non solo religioso, ma anche laico, nelle sue declinazioni: diverse, contrastanti, opposte.

Un lavoro corale che punta anche ad analizzare il rapporto tra arte e secolarizzazione, sfide multiculturali.

Tra le pagine del volume, i diversi autori si confrontano su vari temi. Ad esempio, su come si coniughino l’arte sacra e l’arte pop, due diverse tipologie di espressione artistica che «sembrano rispecchiare, in prima analisi, il prototipo perfetto di tesi ed antitesi». Con la seconda «che fa del materialismo fine a sé stesso il suo precetto fondante», come spiega uno dei saggisti. Che prende come spunto l’arte popolare di Andy Warhol: «C’è in realtà molta più sacralità di quanta ne possa trapelare».

«Se l’arte è “visiva”, come non considerare anche manifestazione di arte sacra certi film importanti del ‘900?» è un altro degli spunti proposti.

Alla realizzazione del volume, hanno collaborato: Cesare Cesarini, Nicoletta De Santoli, Laura De Mattia, Vincenzo De Simola, Piero Di Terlizzi, Carlo Dicillo, Ricarda Guantario, Raffaella Greco, Norberto Iera, Elena Lembo, Fabiola Matarazzo, Enrico Morisco, Michel Pochet, Alessandro Porcelluzzi, Arkadius Sedek, Gaetano Lops.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.