Crea sito

DUE SPLENDIDI ROMANZI AL FEMMINILE

di Dino Cassone

Diceva bene Kafka affermando che “un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi”. Questa pandemia ci sta mettendo a dura prova e sta regalando a chi scrive la convinzione che alla fine “non ne usciremo migliori”. Tutt’altro. Ecco che allora che il giusto antidoto a questa bruttezza che sta possedendo il genere umano è sfogliare un libro. Anzi, ve ne consigliamo due e speriamo che le pagine facciano il miracolo.

Si tratta di L’architettrice di Melania Gaia Mazzucco e Borgo Sud di Donatella Di Pietrantonio, due splendidi romanzi firmati da donzelle e pubblicati da Einaudi. Da entrambe le autrici si ha solo da imparare.

Dalla prima che per rendere un romanzo storico credibile bisogna studiare tanto e in modo approfondito il periodo che si vuole raccontare. Il suo romanzo è una goduria per gli amanti dell’arte (della pittura soprattutto) e dei particolari. La Mazzucco racconta la vita vera di Plautilla Bricci, prima donna a sognare di diventare un architetto, riuscendoci, nella Roma di metà ‘600. L’architettrice nonostante le sue 560 pagine si beve come una tazza di cioccolata calda: mugolando di piacere con il terrore che prima o poi la bevanda dovrà finire.

Dalla seconda invece ci si innamora dello stile. Unico nel descrivere sentimenti e situazioni quotidiane, come la storia di due sorelle che abbiamo già conosciuto nel suo precedente romanzo che l’ha fortunatamente rivelata al pubblico di lettori. La Di Pietrantonio riesce con la sua scrittura – ormai riconoscibile, dopo aver divorato L’Arminuta e Bella mia – a scarnificare l’odio o l’amore, oppure la normalità di un gesto come stendere i panni o pulire un pesce. Talmente brava, e per questo rara nel panorama della letteratura italiana di questi ultimi anni, di fare della semplicità pura poesia. Borgo Sud si legge come una fumante tazza di the: lentamente, per assaporare ogni singolo sorso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.