“PROVA A SENTIRE”, IL SINGOLO RnB DI ADRIANO SANNICANDRO

di Ersilia Cacace

Era il 1995 e il Grammy Award alla miglior canzone “RnB” fu assegnato a Babyface per “I’ll Make Love to You” eseguita da Boyz II Men. Dall’ora, sono trascorsi quasi 5 lustri, come gli anni di Adriano Sannicandro, pugliese, nato il 2 Giugno 1995, egregio esponente italiano di quello che, come genere musicale, possiamo definire “CONTEMPORANY RnB”. Benché la musica lo assorbisse, non ha trascurato i suoi impegni scolastici, e si è diplomato in ragioneria presso l’I.T.C. “C, Colamonico” e attualmente è laureando della facoltà di Scienze delle Comunicazione all’Università “Aldo Moro” di Bari. Intanto lo studio del canto oggi prosegue anche nel jazz con il M° Mario Rosini, approfondendo quel mondo già insito in Lui, ovvero del Blues, del RnB e del Soul. “PROVA A SENTIRE” è il suo ultimo singolo che potrete ascoltare in streaming e acquistare su tutte le piattaforme digitali cliccando su questo link: https://lnkfi.re/Provaasentire-Adriano

Adriano, parlaci del Premio “Mia Martini” che ti ha visto protagonista come 2° classificato.  

Il brano che ho scritto e presentato al Premio Mia Martini, “Prova A Sentire”, uscito l’11 ottobre su tutti digital store e You Tube, è una sorta di esplosione e sintesi di questo periodo di scoperta: una sorta di rinascita.

Il concorso appena citato è stata un’esperienza irripetibile e assai preziosa per me.

Iniziato lo scorso aprile a Scalea (CS), dove insieme ad altri 200 concorrenti, siamo stati immersi in queste giornate dedicate interamente alla musica, ad interviste radio e al confronto tecnico con la giuria, che ci ha ascoltati uno ad uno.  Viversi nella quotidianità con tutti gli altri concorrenti e i giudici ha reso il festival una seconda famiglia.

Dopo il risultato positivo e il passaggio alla fase radiofonica (che ha previsto numerose sfide settimanali nei scorsi mesi estivi) “Prova a sentire” è stato selezionato per le finali che si sono svolte a Bagnara Calabra lo scorso ottobre.

Ero gasatissimo al pensiero di ritrovare alcuni dei miei colleghi e conoscere la strepitosa giuria composta da Franco Fasano, Mario Rosini , Deborah Iurato, Suor Cristina, Francesco Malapena, Debbie Summa, insomma grandi nomi.

La magia delle luci e la maestosità di quel palco non mi hanno intimorito. Tant’è che una volta salito, ci sarei rimasto molto volentieri e cantare “ancora tu…”.  Ma sentir pronunciare il mio nome assieme al titolo del brano, che si è aggiudicato il secondo classificato, credo che sia la cosa che più mi abbia rabbrividito.

Ricordo la commozione trattenuta negli occhi che ha lasciato spazio ad un solo e forte “grazie” promettendo al Patron del Festival che sarei tornato per far ascoltare il pezzo scritto in quei giorni, ispirato da splendidi promontori di Bagnara.

Progetti futuri?

Carico di grandi soddisfazioni e pieno di ispirazione, in questo periodo sono a lavoro per la produzione del prossimo brano, che parlerà di una storia d’amore da poco conclusa. 

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/adrianosannicandro.music

Instagram: https://www.instagram.com/adrianosannicandro

Canale YouTube: https://www.youtube.com/user/AdrySanny

(foto Maria Francesca Faria)

Precedente “LA SCATOLA DI CUOIO”, DI GIANNI SPINELLI, FAZI EDITORE, ROMA 2019 Successivo FRANCESCO LILLO, IL VALOROSO TENENTE CHE SI SACRIFICÒ PER LIBERARE PAVIA DAL NAZIFASCISMO

Lascia un commento