INAUGURAZIONE DEL CENTRO ANTIVIOLENZA “MARIE ANNE ERIZE 2”

Con l’attesissima performance  dell’attore  Emilio Spataro il 14 a Roma

 

 

di Ersilia Cacace

Sabato 14 Settembre inaugurazione a Roma  del Centro Antiviolenza Maria Anne Erize 2.

L’inaugurazione sarà organizzata come un open day, nel quale si potrà partecipare a: laboratorio sulla violenza di genere dalle 10:00 alle 13:00: cibo ed emozioni alle 16;00 con Rita Zumbo: genitorialità, alle 16:00 condotto da Tatiana Zucconi. Presidente del centro antiviolenza l’attivissima Stefania Catallo.

La struttura, una villa confiscata alla criminalità organizzata, situata a Lunghezza, nel quadrante est di Roma. Duecento metri quadrati di libertà per le donne vittime di violenze, oltre che per i ragazzi e le ragazze omosessuali cacciati di casa. La villa è diventata, inoltre, un laboratorio artistico, grazie alle opere realizzate da alcuni tra i maggiori street artist italiani: Ludovica Aloha Superga, Cimpa e Tina Loiodice.

La nuova struttura ospiterà anche una parte della Biblioteca Marie Anne Erize, già presente nella sede operativa del centro situata alla Romanina, e una sartoria solidale.

L’attore teatrale Emilio Spataro ( in arte Emyliù ) darà vita ad una performance molto intensa: “Il femminicida e la crisalide” di Stefania Catallo, interpretando due personaggi diametralmente opposti e, purtroppo, attuali.

L’inaugurazione avrà come madrine Carla Cucchiarelli e Antonella Armentano, giornaliste del TG Lazio, e Alessandra Barletta, giornalista de Il Manifesto. I tassisti dell’associazione “Tutti Taxi per Amore Marco Salciccia” porteranno aiuti per le donne e i ragazzi ospiti della casa; è prevista inoltre la presenza dei magistrati che si sono occupati dell’assegnazione dell’immobile.

A partire dalle 17, l’accesso alla struttura sarà RISERVATO E SU INVITO; i giornalisti che volessero partecipare possono accreditarsi attraverso la mail: scuolaerize@libero.it

 

L’attore Emilio Spataro

 

Precedente “MISS ITALIA”: DA TOTÒ E LUCIA BOSÈ A CAROLINA STRAMARE Successivo IL FASCINO MISTERIOSO DEI “PRERAFFAELLITI”: ANCORA UNA POTENTE MOSTRA D'ARTE A MILANO

Lascia un commento